Proposte di formazione 2018/2019

In allegato è scaricabile il nuovo calendario con gli appuntamenti di formazione dell’Ufficio per la Catechesi per l’anno pastorale 2018/2019.

Da settembre sarà disponibile anche il formato cartaceo presso la segreteria dell’Ufficio e saranno consegnate delle copie ai Coordinatori della Catechesi in modo che possa essere distribuito ai catechisti del Vicariato.

La sezione “Iscrizione ai corsi” con i moduli on line sarà attiva da lunedì 3 settembre.

 

AtTratti – ANNO PASTORALE 2018/2019

Nella nostra vita siamo “attratti” da molte cose, che spesso ci aiutano a orientare le nostre scelte, maturando gesti e parole che ci mettono in relazione!
Questo accade soprattutto quando siamo attratti da qualcosa di bello, buono, vero, tanto da arrivare a contagiare chi ci sta attorno, portandoli a compiere, con noi, un tratto di strada.
Il nostro essere “attratti” poi, è fatto di tanti piccoli, grandi “tratti” di cammino, di vite incontrate, incrociate, conosciute o nuove da scoprire. Anche le esperienze che viviamo nel nostro quotidiano ci permettono di tratteggiare la nostra storia e di unire quei tanti “tratti” che ci fanno essere catechisti, accompagnatori, genitori, educatori, preti, giovani e adulti nelle nostre comunità.
Così l’immagine scelta per quest’anno, dell’adulto (papà) che indica al bambino (figlio) una direzione dove orientare lo sguardo, perché possa essere attratto da qualcosa/Qualcuno, diventa un’occasione per chiederci da cosa e da chi siamo “attratti” e per riconoscere quali “tratti” hanno reso bella la nostra vita.
È un invito a lasciarsi attrarre sempre più da Dio, è un richiamo ad essere attratti da queste proposte di formazione, è un augurio ad essere attraenti per attrarre altri nello stesso servizio.
Attratti, per attrarre… per condividere un tratto di strada e per guardare insieme con fiducia al nuovo che ci attende.

 

L’Ufficio diocesano sostiene e promuove le attività di annuncio e di catechesi e, in comunione con il Vescovo, coordina il lavoro che porta alla redazione e all’aggiornamento del progetto diocesano di catechesi.
In particolare sostiene le proposte di primo/secondo annuncio e di catechesi dei giovani e degli adulti, presta una specifica attenzione alla preparazione dei catechisti e delinea il cammino dell’Iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi (ICFR).
All’interno dell’Ufficio sono presenti due Settori con compiti specifici relativamente ai loro ambiti: il Settore per la catechesi ai disabili e il Settore per l’Apostolato Biblico.
L’ufficio collabora con tutti quei soggetti ecclesiali che hanno competenze rilevanti in rapporto al ministero della catechesi, in particolare con l’Ufficio diocesano per la Liturgia, il Servizio diocesano per il Catecumenato, la Caritas, l’Ufficio per la Pastorale familiare, l’Ufficio per la Pastorale della Comunicazione, l’Ufficio di Pastorale giovanile e con gli altri uffici e servizi pastorali diocesani, con le associazioni, gli istituti di insegnamento e ricerca nei quali vengono formati i catechisti.
Mantiene gli opportuni raccordi con l’Ufficio Catechistico Nazionale e con gli analoghi organismi delle Diocesi italiane, in particolare con quelli che appartengono alla Regione Ecclesiastica Triveneto.
Nello svolgimento dei suoi compiti, l’Ufficio diocesano è coadiuvato da più equipe composte da esperti nei singoli ambiti attraverso i quali svolge la sua azione pastorale e si avvale di un Consiglio diocesano per la catechesi composto dai coordinatori vicariali per la catechesi.

 

 

 

L’articolo Proposte di formazione 2018/2019 sembra essere il primo su Chiesa di Padova.

Vigodarzere. Con animatori preparati il grest funziona

Vigodarzere Numeri imponenti per il grest, che si è svolto dall’11 al 22 giugno: 340 bambini accompagnati da 83 animatori. Per questi ultimi ci sono state numerose, e preziose, occasioni di formazione

Leggi il servizio della Difesa del popolo

L’articolo Vigodarzere. Con animatori preparati il grest funziona sembra essere il primo su Chiesa di Padova.

Rise again, l’app che unisce la comunità dispersa dal terremoto

Si chiama “Rise again” e ha come simbolo una fenice stilizzata: è la app ideata da don Luca Ferro, il sacerdote padovano in servizio nella parrocchia di San Severino Marche. Non si tratta soltanto di uno strumento per raggiungere i fedeli, dispersi dopo il terremoto del 2016, e raccogliere fondi. Ma anche di un simbolo di speranza.

Leggi il servizio della Difesa del popolo

L’articolo Rise again, l’app che unisce la comunità dispersa dal terremoto sembra essere il primo su Chiesa di Padova.

Sinodo dei Giovani. Camaleonti o volpi?

Continua il commento della lettera che i giovani hanno inviato alla comunità diocesana di Padova al termine del sinodo diocesano che li ha visti protagonisti negli ultimi due anni. Suor Jessica Soardo commenta qui il 4° capitolo del testo.

Leggi il servizio della Difesa del popolo

L’articolo Sinodo dei Giovani. Camaleonti o volpi? sembra essere il primo su Chiesa di Padova.

In cerca di felicità. Presentato a Padova il programma del 39° Meeting di Rimini

Presentato il 13 luglio a Padova, il programma del 39esimo Meeting di Rimini, che si terrà dal 19 al 25 agosto nella cittadina adriatica. Si ispira alle parole di don Giussani: «Le forze che muovono la storia sono le stesse che rendono felice l’uomo».

Leggi il servizio della Difesa del popolo

L’articolo In cerca di felicità. Presentato a Padova il programma del 39° Meeting di Rimini sembra essere il primo su Chiesa di Padova.

Don Falabretti (Pastorale giovanile): “Camminare insieme per non smarrire l’idea di essere chiamati”

Manca ormai meno di un mese all’incontro dei giovani italiani con Papa Francesco a Roma, l’11 e il 12 agosto, dal titolo “Siamo qui”. Nella Capitale sono attesi, dopo una settimana di cammino sulle vie dei pellegrini delle loro terre d’origine, almeno 50mila giovani da quasi 200 diocesi. Con don Michele Falabretti, responsabile del Servizio nazionale per la pastorale giovanile (Snpg), abbiamo parlato del significato dell’incontro e degli scopi che si prefigge.

Leggi il servizio della Difesa del popolo

L’articolo Don Falabretti (Pastorale giovanile): “Camminare insieme per non smarrire l’idea di essere chiamati” sembra essere il primo su Chiesa di Padova.

A Salcedo giovedì 26 luglio messa con il cardinale Parolin

Sarà il cardinale Pietro Paolin, segretario di Stato di Sua Santità, a celebrare a Salcedo la messa solenne giovedì 26 luglio alle ore 19 a conclusione della festa dedicata a sant’Anna.

«La comunità si è preparata a questa festa con la tradizionale, solenne e molto partecipata novena a sant’Anna, sottolinea il parroco di Salcedo don Francesco Longhin. Ogni giorno ci sono stati tre appuntamenti: alle 6 e alle 20 al Santuario di Sant’Anna e alle 18 nella chiesa parrocchiale. La tematica che ci ha guidato nella riflessione è stata l’esortazione apostolica di papa Francesco “Gaudete et exsultate” sulla chiamata alla santità nel mondo contemporaneo».

Nel giorno della festa di sant’Anna sono previste messe alle 6, alle 8 e alle 11 al santuario, mentre alle 9.30 ci sarà la messa solenne e la tradizionale processione con la statua di sant’Anna. Alle 17 celebrazione della messa nella chiesa parrocchiale. Infine, alle 19 sarà celebrata dal cardinale Pietro Parolin la messa solenne conclusiva al termine della quale è previsto l’affidamento speciale a sant’Anna delle mamme e dei loro bambini, con la benedizione a loro dedicata e la distribuzione di un ricordo per i bambini.

«Alla festa abbiamo invitato anche la mamma del cardinale Parolin. La signora Ada è stata insegnante elementare per un anno a Salcedo, anno che ha coinciso anche con il suo primo anno di insegnamento, continua don Francesco. Sarà quindi questa un’occasione per incontrare i suoi ex alunni, ma anche e soprattutto perché qui da giovane lei è venuta più volte in pellegrinaggio a piedi al Santuario con la mamma, partendo dal suo paese d’origine».

La devozione a sant’Anna è molto sentita, conclude don Longhin, «perché va a toccare con mano la vita: una vita la sua vissuta nella quotidianità e nel concreto come sposa, mamma e nonna e poi perché da sempre si è rivelata efficace e invocata per la martenità, nel momento del parto e nella sana formazione dei figli».

L’articolo A Salcedo giovedì 26 luglio messa con il cardinale Parolin sembra essere il primo su Chiesa di Padova.

Anno 2018/2019: i percorsi universitari di Teologia e Scienze religiose della Fttr

Due percorsi universitari, proposti in diverse sedi del Triveneto, aperti ai laici, uomini e donne, che desiderino acquisire una preparazione teologico-umanistica tramite lo studio della filosofia, della Bibbia, della storia, della teologia, delle scienze umane; una formazione da spendere soprattutto nella scuola, come insegnanti di religione cattolica, ma che offre competenze utili anche per figure “educative” a servizio della comunità cristiana e della società, ad esempio operatori negli uffici diocesani e nella vita pastorale, nei media e nelle diverse realtà sociali. È questa, in sintesi, la proposta formativa della Facoltà teologica del Triveneto, che ogni anno è frequentata da circa 2000 studenti (tre su quattro sono laici) e dove insegnano quasi 400 docenti.

Le iscrizioni all’anno accademico 2018/2019 sono aperte ed è possibile scegliere fra il percorso di Teologia (articolato in tre cicli: baccalaureato, licenza, dottorato – disponibili nella sede di Padova) e il percorso di Scienze religiose (laurea e laurea magistrale – negli Istituti superiori di Scienze religiose collegati in tutto il Triveneto).  Info: www.fttr.it

Una formazione completa in vista della professione di insegnante di religione cattolica è quanto offre, nella sede di Padova, il primo ciclo (baccalaureato) del PERCORSO DI TEOLOGIA, articolato in cinque anni e con la possibilità di spendere alcuni crediti seguendo corsi in convenzione con le Università degli studi di Padova e di Verona, con l’Accademia di belle arti di Verona e con i conservatori musicali di Verona e Vicenza.

Più mirato alla qualificazione e aggiornamento dei presbiteri, degli operatori pastorali e dei laici interessati ad approfondire alcune tematiche è il secondo ciclo (licenza) del percorso teologico, un biennio di specializzazione suddiviso in due indirizzi: teologia pastorale e teologia spirituale. Oltre a numerosi corsi, sono proposti due seminari-laboratori su temi di attualità: l’indirizzo di teologia pastorale, in sintonia con il percorso intrapreso dalla chiesa italiana su impulso di papa Francesco, si occuperà di Sinodalità e comunità ecclesiale. Forme e processi dell’ecclesiologia di comunione; l’indirizzo di teologia spirituale si soffermerà su un tema classico e fondamentale della spiritualità, ma riletto alla luce della sensibilità contemporanea: La preghiera cristiana. Definizione, origine, dinamiche dell’esperienza umana e spirituale della preghiera.

I singoli corsi e i seminari-laboratori possono essere frequentati anche come uditori.

Per chi desidera completare la formazione teologica, è a disposizione il terzo ciclo di studi (dottorato di ricerca), che permette agli studenti di “fare teologia”, cioè di elaborare un contributo originale allo sviluppo della ricerca teologica, e li abilita all’insegnamento e alla ricerca presso facoltà ecclesiastiche e istituti teologici a livello universitario.

Il PERCORSO DI SCIENZE RELIGIOSE può essere seguito negli Istituti superiori di Scienze religiose collegati alla Facoltà, con sedi in tutto il Triveneto. Per i programmi, consultare i siti dei singoli istituti al seguente link: http://www.fttr.it/offerta-formativa/percorso-di-scienze-religiose/

 

Le ISCRIZIONI alla Facoltà teologica del Triveneto sono aperte FINO A FINE SETTEMBRE (tranne il periodo di chiusura della segreteria, dal 21 luglio al 27 agosto).

 

Per informazioni: Segreteria generale, via del Seminario, 7 – 35122 Padova, tel. 049-664116

segreteria@fttr.itwww.fttr.it

Facebook  @facoltateologicatriveneto – Twitter @fac_teol_triven

 

L’articolo Anno 2018/2019: i percorsi universitari di Teologia e Scienze religiose della Fttr sembra essere il primo su Chiesa di Padova.