La Madonna del Carmine

Libri per l’estate: Dieci consigli per una lettura gustosa

Libri per l’estate

Dieci consigli per una lettura gustosa

 

Il tempo estivo può essere l’occasione per qualche lettura gustosa. Mi capita qualche volta che le persone mi chiedano dei consigli su cosa leggere per mettere in valigia un libro interessante piuttosto che il primo che si trova in casa o in libreria. Ecco qualche semplice suggerimento.

Tanti sono affascinati da Papa Francesco, ma pochi leggono quello che ha scritto. Leggere un testo del Papa può essere una bella scoperta. Sono tre gli scritti più importanti:

  1. Esortazione Evangelii gaudium del 2013 sulla Chiesa;
  2. Enciclica Laudato si’ del 2015 sulla cura della casa comune;
  3. Esortazione Amoris laetitia del 2016 sull’amore nella famiglia

È importante e bello conoscere il pensiero di papa Francesco direttamente da questi suoi scritti che sono importanti per tutti i cristiani.

Segnalo alcuni libretti di spiritualità di autori importanti dai contenuti molto forti e che fanno riflettere tutti, adulti e anziani:

  1. Martin Buber, Il cammino dell’uomo, Edizioni Qiqajon
  2. Christian Bobin, L’uomo che cammina, Edizioni Qiqajon
  3. Armando Matteo, Il cammino del giovane, Edizioni Qiqajon
  4. Benoit Standaert, Le tre colonne del mondo, Edizioni San Paolo
  5. Romano Guardini, Lettere sull’autoformazione, Morcelliana

Ultimi due consigli. Metto insieme due testi molto diversi tra loro, ma accomunati dalla bellezza letteraria e dal coinvolgimento intenso che provocano nel lettore.

  1. Il breve romanzo Eric-Emmanuel Schmitt, Oscar e la dama in rosa, un appassionato viaggio tra la sofferenza e la tenerezza
  2. Il diario di Etty Hillesum, una figura molto affascinante: Etty Hillesum, Diario 1941-1942, Adelphi.

Buona lettura!

don Giulio Osto

I Caraibi e l’India a Torreglia: La presenza di due presbiteri durante l’estate

I Caraibi e l’India a Torreglia

La presenza di due presbiteri durante l’estate

Durante tutto il mese di luglio sarà presente a Torreglia padre Rock (che in inglese significa roccia-pietra, quindi insomma padre Piero, tradotto in semplicità…), mentre nel mese di agosto sarà presente padre Taiju.
Padre Rock è un presbitero di una diocesi di Haiti nei Caraibi, Centro-America (vedi cartina sopra), mentre padre Taiju è un presbitero dell’India (vedi cartina sotto). Entrambi questi presbiteri stanno vivendo per alcuni anni a Roma per una specializzazione di studi presso le Università Pontificie a Roma, ma durante l’estate, quando le lezioni sono sospese, abbiamo il dono di averli tra noi.
Attraverso la presenza di questi due presbiteri, che vengono da posti lontani, il mondo diventa per noi più vicino e possiamo allargare il nostro cuore e il nostro pensiero.
Condividiamo la stessa fede nel Signore Gesù e quindi abbiamo un tesoro in comune da condividere nell’incontro e nella preghiera. La possibilità di qualche chiacchierata sarà un dono per tutti.
Il Parroco, don Franco